Hot Space (album dei Queen del 1982)

HOT SPACE è il decimo album in studio dei Queen, pubblicato nel 1982. Da molti considerato il più grande insuccesso sia in termine di vendite che di qualità del materiale, in realtà venne successivamente rivalutato ed assurto ad album di culto. Il quartetto britannico ammise di essersi fatto prendere la mano dall’inaspettato successo di Another one bites the dust dell’album precedente, partorendo un album dove abbondano episodi di black music, dance ed elettronica molto lontani dalla linea stilistica finora perpetrata, che verrà parzialmente ristabilita con il successivo lavoro THE WORKS due anni dopo. Di sicuro l’album ebbe un fan di eccezione nella persona di Michael Jackson, in quel momento molto vicino alle sorti della band, il quale ammise con sorpresa di molti di aver trovato grande ispirazione in quei solchi per confezionare il suo celebratissimo ed immortale THRILLER.

L’album venne preceduto un anno prima dal singolo Under Pressure, frutto di una estemporanea collaborazione con David Bowie e caratterizzato dall’iconico giro di basso di John Deacon: si tratta della prima ed ultima volta nell’intera storia del gruppo in cui viene ospitata una voce solista non facente parte dell’organico principale. La traccia in questione venne inserita in coda ed in effetti è abbastanza slegata dal contesto del resto dell’album, che contiene diversi episodi di disco dance come l’apripista Staying Power, la successiva Dancer, caratterizzata da un acidissimo assolo di May, e la terza traccia Back Chat, dove sale in cattedra il bassista John Deacon il quale firma tutto da sé: testo, musica e perfino il tema principale di chitarra. Non mancano però gli episodi di rock vecchio stile come Action this day firmata da Roger Taylor e l’adrenalinica Put out the fire di Brian May. Questo è probabilmente il disco dove John Deacon ha un ruolo di primissimo livello, ed infatti si spella le mani con un giro di basso a tutto tondo sull’inno sessuale di Freddie Mercury Body Language, ed in seguito con lo stesso cantante firma a quattro mani la funkeggiante Cool Cat, che vede Mercury cantare in uno stupefacente falsetto. Lo stesso leader e cantante firma un intimo momento di riflessione con Life is real, omaggio all’appena scomparso John Lennon, mentre Taylor scrive Calling all girls sul tema delle lotte di classe che avevano caratterizzato il decennio precedente, ed infine tocca a Brian May scrivere l’unica canzone capace di proporsi come singolo su livelli discreti quale Las palabras de amor, il cui titolo e parte del testo sono volutamente in spagnolo come omaggio alla popolazione dell’America Latina che era stata tanto generosa in termini di presenze nel tour appena concluso.

Da qualsiasi punto la si veda, HOT SPACE fu comunque un ridimensionamento nello status artistico dei Queen: in madrepatria l’album raggiunse la posizione numero 4 in classifica e negli altri paesi raramente riuscì a sfondare al pari di altri lavori più celebrati. Tuttavia lo si può considerare l’ennesimo capitolo dell’eterno processo di sperimentazione che accompagnò Mercury e soci per tutto l’arco della carriera del gruppo, condizionato pesantemente dalla svolta elettronica che stava pian piano facendosi strada nel nuovo decennio e che stava fagocitando molte rock band del periodo. Oltre ad Under Pressure, la collaborazione con David Bowie si sarebbe dovuta estendere a delle voci secondarie di Cool Cat, tuttavia il Duca Bianco non fu soddisfatto del risultato e chiese di cancellare le sue tracce, che non vennero mai rese pubbliche.

We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners. View more
Cookies settings
Accept
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active

Who we are

Suggested text: Our website address is: https://www.cinemaemusica.com.

Comments

Suggested text: When visitors leave comments on the site we collect the data shown in the comments form, and also the visitor’s IP address and browser user agent string to help spam detection.

An anonymized string created from your email address (also called a hash) may be provided to the Gravatar service to see if you are using it. The Gravatar service privacy policy is available here: https://automattic.com/privacy/. After approval of your comment, your profile picture is visible to the public in the context of your comment.

Media

Suggested text: If you upload images to the website, you should avoid uploading images with embedded location data (EXIF GPS) included. Visitors to the website can download and extract any location data from images on the website.

Cookies

Suggested text: If you leave a comment on our site you may opt-in to saving your name, email address and website in cookies. These are for your convenience so that you do not have to fill in your details again when you leave another comment. These cookies will last for one year.

If you visit our login page, we will set a temporary cookie to determine if your browser accepts cookies. This cookie contains no personal data and is discarded when you close your browser.

When you log in, we will also set up several cookies to save your login information and your screen display choices. Login cookies last for two days, and screen options cookies last for a year. If you select "Remember Me", your login will persist for two weeks. If you log out of your account, the login cookies will be removed.

If you edit or publish an article, an additional cookie will be saved in your browser. This cookie includes no personal data and simply indicates the post ID of the article you just edited. It expires after 1 day.

Embedded content from other websites

Suggested text: Articles on this site may include embedded content (e.g. videos, images, articles, etc.). Embedded content from other websites behaves in the exact same way as if the visitor has visited the other website.

These websites may collect data about you, use cookies, embed additional third-party tracking, and monitor your interaction with that embedded content, including tracking your interaction with the embedded content if you have an account and are logged in to that website.

Who we share your data with

Suggested text: If you request a password reset, your IP address will be included in the reset email.

How long we retain your data

Suggested text: If you leave a comment, the comment and its metadata are retained indefinitely. This is so we can recognize and approve any follow-up comments automatically instead of holding them in a moderation queue.

For users that register on our website (if any), we also store the personal information they provide in their user profile. All users can see, edit, or delete their personal information at any time (except they cannot change their username). Website administrators can also see and edit that information.

What rights you have over your data

Suggested text: If you have an account on this site, or have left comments, you can request to receive an exported file of the personal data we hold about you, including any data you have provided to us. You can also request that we erase any personal data we hold about you. This does not include any data we are obliged to keep for administrative, legal, or security purposes.

Where we send your data

Suggested text: Visitor comments may be checked through an automated spam detection service.

Save settings
Cookies settings