Letto a tre piazze (film di Steno del 1960)

LETTO A TRE PIAZZE è un film per la regia di Steno con protagonisti Totò, Peppino de Filippo ed Aroldo Tieri. È un film famoso anche per le tematiche trattate, sicuramente molto poco convenzionali in quel momento storico.

La vicenda ha inizio la sera in cui il distinto prof. Peppino Castagnano e la moglie Amalia festeggiano in casa il decimo anniversario di nozze insieme a vari amici accorsi per l’occasione. Amalia però ha nel suo passato un primo matrimonio con Antonio Di Cosimo, finito in quanto egli risulta disperso in guerra, più precisamente in Russia, e quindi dichiarato morto presunto. Proprio quella sera Antonio invece fa miracolosamente ritorno con i vestiti ancora laceri, ed ecco che di colpo Amalia si ritrova sposata due volte. Il caso viene analizzato prima dall’avvocato Vacchi, che dà ragione ad Antonio in quanto dal momento che la persona è accertata in vita ha diritto di riprendere il suo posto coniugale, ma successivamente viene convocato anche il prete confessore Don Ignazio, il quale stabilisce che, dal momento in cui il primo matrimonio non è stato consumato carnalmente, il vincolo può essere sciolto e quindi il legittimo sposo sarebbe Peppino. Quindi a questo punto è compito di Amalia scegliere secondo sua coscienza qual è il matrimonio valido. Tutto questo porta dapprima ad una complicatissima convivenza in 3 sotto lo stesso tetto, cosa che attira anche le maldicenze dei vicini, e sfocia in una serie di ripicche dei due mariti che cercano in tutti i modi di screditarsi a vicenda causando alla moglie un serio esaurimento nervoso e costringendola al ricovero in clinica. Quando i colpi bassi arrivano al limite della sopportazione, Amalia li abbandona entrambi e si invaghisce dell’avvocato Vacchi con cui parte in crociera per le Isole Canarie. In un disperato tentativo di riparare, Antonio e Peppino si imbarcano in un aereo che però a metà del tragitto precipita lasciandoli dispersi. Nel finale si ripete di nuovo la scena d’esordio: mentre Amalia e Vacchi sono intenti a festeggiare il loro matrimonio, dalle scale condominiali arrivano i due ex mariti trasandati ma felici e pronti a scoprire chi dei due Amalia abbia alla fine scelto.

Il film si regge sull’ormai celebrato sodalizio Totò-De Filippo, i quali hanno schemi comici consolidati e capaci di tenere lo spettatore sulla corda per tutta la vicenda. Come detto però all’inizio, quello che salta agli occhi, specie se si considera la società ingessata e sempre sul filo della censura dell’Italia di quel periodo, è come regista e sceneggiatori si siano avventurati su tematiche molto rischiose come la bigamia, il matrimonio non consumato e quindi annullabile, il tutto completato da uno di quei titoli che già fanno intuire l’ininutuibile. In questo è doppiamente bravo Totò che con la sua infinita dialettica riesce a dire senza dire, facendo così che molte cose scivolino via nelle schermaglie comiche dei due attori. La protagonista femminile Nadia Gray era in quel momento un autentico lusso per un cinema non di altissimo profilo: di origini rumene, era poi arrivata alle soglie di Hollywood e nello stesso anno aveva recitato con Federico Fellini ne LA DOLCE VITA. In Italia lavorerà anche con Nanny Loy e Mauro Bolognini prima di ritirarsi dalle scene a fine anni ’60. Infine il personaggio di Don Ignazio, interpretato da Cesare Fantoni, era già presente nel film I TARTASSATI, girato l’anno prima sempre con la regia di Steno e la presenza come protagonista di Totò.

We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners. View more
Cookies settings
Accept
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active

Who we are

Suggested text: Our website address is: https://www.cinemaemusica.com.

Comments

Suggested text: When visitors leave comments on the site we collect the data shown in the comments form, and also the visitor’s IP address and browser user agent string to help spam detection.

An anonymized string created from your email address (also called a hash) may be provided to the Gravatar service to see if you are using it. The Gravatar service privacy policy is available here: https://automattic.com/privacy/. After approval of your comment, your profile picture is visible to the public in the context of your comment.

Media

Suggested text: If you upload images to the website, you should avoid uploading images with embedded location data (EXIF GPS) included. Visitors to the website can download and extract any location data from images on the website.

Cookies

Suggested text: If you leave a comment on our site you may opt-in to saving your name, email address and website in cookies. These are for your convenience so that you do not have to fill in your details again when you leave another comment. These cookies will last for one year.

If you visit our login page, we will set a temporary cookie to determine if your browser accepts cookies. This cookie contains no personal data and is discarded when you close your browser.

When you log in, we will also set up several cookies to save your login information and your screen display choices. Login cookies last for two days, and screen options cookies last for a year. If you select "Remember Me", your login will persist for two weeks. If you log out of your account, the login cookies will be removed.

If you edit or publish an article, an additional cookie will be saved in your browser. This cookie includes no personal data and simply indicates the post ID of the article you just edited. It expires after 1 day.

Embedded content from other websites

Suggested text: Articles on this site may include embedded content (e.g. videos, images, articles, etc.). Embedded content from other websites behaves in the exact same way as if the visitor has visited the other website.

These websites may collect data about you, use cookies, embed additional third-party tracking, and monitor your interaction with that embedded content, including tracking your interaction with the embedded content if you have an account and are logged in to that website.

Who we share your data with

Suggested text: If you request a password reset, your IP address will be included in the reset email.

How long we retain your data

Suggested text: If you leave a comment, the comment and its metadata are retained indefinitely. This is so we can recognize and approve any follow-up comments automatically instead of holding them in a moderation queue.

For users that register on our website (if any), we also store the personal information they provide in their user profile. All users can see, edit, or delete their personal information at any time (except they cannot change their username). Website administrators can also see and edit that information.

What rights you have over your data

Suggested text: If you have an account on this site, or have left comments, you can request to receive an exported file of the personal data we hold about you, including any data you have provided to us. You can also request that we erase any personal data we hold about you. This does not include any data we are obliged to keep for administrative, legal, or security purposes.

Where we send your data

Suggested text: Visitor comments may be checked through an automated spam detection service.

Save settings
Cookies settings