Uno Bianca (film di Michele Soavi del 2001)

UNO BIANCA è un film per la TV mandato in onda per la prima volta nel 2001 e racconta in forma lievemente romanzata i fatti che portarono all’arresto e l’azzeramento nel 1994 della tristemente famosa Banda della Uno Bianca, che dal 1987 terrorizzava con i suoi crimini una larga parte dell’Emilia Romagna. Protagonisti della pellicola sono i due attori Kim Rossi Stuart e Dino Abbrescia, che interpretano con nomi di fantasia i veri agenti Baglioni e Costanza che indagarono e sgominarono la sanguinosa banda.

Valerio Maldesi e Rocco Atria sono due agenti di polizia del commissariato di Rimini, luogo dove da tempo imperversano rapine ed omicidi di una misteriosa banda di cui non si sa quasi nulla ma che è stata identificata come Banda della Uno Bianca in quanto essi sono soliti rubare questo tipo di auto, all’epoca molto diffuso e quindi facile da camuffare, prima di assaltare una banca piuttosto che un distributore di benzina. Una svolta sembra arrivare quando un commerciante di automobili denuncia un tentativo di estorsione e quindi i due, assieme ad altri due colleghi, creano un appostamento mentre il signore in questione finge di cedere al ricatto. Purtroppo, accortisi i banditi della presenza della polizia, ne nasce un conflitto a fuoco dove uno degli agenti, Emilio Valli, rimane gravemente ferito e ridotto in fin di vita. Da quel momento, grazie anche all’appoggio del Giudice Soavi, i due agenti lasciano il loro lavoro di routine per dedicarsi totalmente alle indagini per risalire alla composizione della banda. Purtroppo però il loro lavoro si scontra con l’ostracismo del Procuratore Onofri che non ha fiducia nell’operato pensando che si tratti semplicemente di bande di albanesi o siciliani. In realtà però, tramite una complessa ricerca di registrazioni di sicurezza ed altri indizi, si arriva a ricostruire la figura di uno degli affiliati alla banda, Silvio Ferramonti, intento a fare un sopralluogo in una banca e tradito da un fotogramma in cui si vede col volto scoperto. È il tassello che porta anche agli altri membri ed a scoprire il particolare più agghiacciante: la banda è composta da poliziotti, in particolare dal fratello Michele che lavora a Bologna nel reparto radiomobile e quindi sa perfettamente come coordinare le azioni della banda in funzione degli impegni degli altri poliziotti. Valerio a quel punto decide un’azione rischiosissima: avvicinare Michele Ferramonti, carpire la sua fiducia ed infiltrarsi nella banda, che comprende già altri poliziotti corrotti che a turno partecipano alle azioni criminali. Scoprirà così che il centro della banda sono i due sopracitati fratelli più un fratellastro di nome Nino, che però viene solo evocato e mai visto di presenza. Valerio riesce prima ad arrestare Silvio Ferramonti in un autogrill e poco dopo ad attirare Michele nel suo stesso ufficio di Bologna e metterlo in manette. Rimane il fantomatico Nino, che incredibilmente è De Marchi, un collega di reparto di Valerio e Rocco che, appena saputo del coinvolgimento del primo nell’arresto dei fratelli, progetta una sanguinosa vendetta trasversale cercando di uccidere la moglie di questo, peraltro incinta. Verrà per fortuna bloccato in tempo e quindi l’incubo è definitivamente finito.

Come detto, i nomi dei due agenti sono di fantasia rispetto ai veri Luciano Baglioni e Pietro Costanza, e così anche i nomi degli altri protagonisti sono stati alterati pur se facenti riferimento a personaggi realmente esistiti. È il caso dei fratelli Ferramonti, che corrispondono ai veri fratelli Savi: Roberto, Fabio e Alberto, cervelli della banda. Allo stesso modo, il personaggio di Emilio Valli, agente morto nella sparatoria iniziale, è ispirato al poliziotto Antonio Mosca, ucciso in circostanze analoghe. La ricostruzione delle modalità di identificazione ed arresto della banda è invece resa in maniera quanto più fedele alla realtà. All’inizio del film viene inoltre evocata la tristemente nota Strage del Pilastro del 1991, che è rimasta nell’immaginario collettivo come una delle azioni più efferate in quanto vennero uccisi a sangue freddo tre carabinieri che stavano semplicemente effettuando un controllo documenti proprio però in una della auto appena rubate dalla banda. L’unico particolare non corrispondente alla realtà dei fatti è che Baglioni alias Maldesi non ebbe bisogno di infiltrarsi all’interno della banda per procedere all’arresto dei componenti.

We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners. View more
Cookies settings
Accept
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active

Who we are

Suggested text: Our website address is: https://www.cinemaemusica.com.

Comments

Suggested text: When visitors leave comments on the site we collect the data shown in the comments form, and also the visitor’s IP address and browser user agent string to help spam detection.

An anonymized string created from your email address (also called a hash) may be provided to the Gravatar service to see if you are using it. The Gravatar service privacy policy is available here: https://automattic.com/privacy/. After approval of your comment, your profile picture is visible to the public in the context of your comment.

Media

Suggested text: If you upload images to the website, you should avoid uploading images with embedded location data (EXIF GPS) included. Visitors to the website can download and extract any location data from images on the website.

Cookies

Suggested text: If you leave a comment on our site you may opt-in to saving your name, email address and website in cookies. These are for your convenience so that you do not have to fill in your details again when you leave another comment. These cookies will last for one year.

If you visit our login page, we will set a temporary cookie to determine if your browser accepts cookies. This cookie contains no personal data and is discarded when you close your browser.

When you log in, we will also set up several cookies to save your login information and your screen display choices. Login cookies last for two days, and screen options cookies last for a year. If you select "Remember Me", your login will persist for two weeks. If you log out of your account, the login cookies will be removed.

If you edit or publish an article, an additional cookie will be saved in your browser. This cookie includes no personal data and simply indicates the post ID of the article you just edited. It expires after 1 day.

Embedded content from other websites

Suggested text: Articles on this site may include embedded content (e.g. videos, images, articles, etc.). Embedded content from other websites behaves in the exact same way as if the visitor has visited the other website.

These websites may collect data about you, use cookies, embed additional third-party tracking, and monitor your interaction with that embedded content, including tracking your interaction with the embedded content if you have an account and are logged in to that website.

Who we share your data with

Suggested text: If you request a password reset, your IP address will be included in the reset email.

How long we retain your data

Suggested text: If you leave a comment, the comment and its metadata are retained indefinitely. This is so we can recognize and approve any follow-up comments automatically instead of holding them in a moderation queue.

For users that register on our website (if any), we also store the personal information they provide in their user profile. All users can see, edit, or delete their personal information at any time (except they cannot change their username). Website administrators can also see and edit that information.

What rights you have over your data

Suggested text: If you have an account on this site, or have left comments, you can request to receive an exported file of the personal data we hold about you, including any data you have provided to us. You can also request that we erase any personal data we hold about you. This does not include any data we are obliged to keep for administrative, legal, or security purposes.

Where we send your data

Suggested text: Visitor comments may be checked through an automated spam detection service.

Save settings
Cookies settings