Gli Spari Sopra (album di Vasco Rossi del 1993)

GLI SPARI SOPRA è il decimo album di Vasco Rossi pubblicato nel 1993. Con il suo oltre un milione di copie vendute è l’album di maggior successo del cantante emiliano ed uno dei maggiori dell’intera discografia italiana. A questo dato bisogna aggiungere anche le oltre 200.000 copie vendute di un mini-EP pubblicato circa un mese prima come antipasto al disco contenente 4 brani di cui uno, Se è vero o no, non trovò alla fine posto nella scaletta definitiva.

È un Vasco molto riflessivo ed arrabbiato quello che si accinge a ritornare sulla scena a 4 anni da LIBERI LIBERI, che lo ha elevato nell’Olimpo della musica italiana. Le sue vicende personali quali l’arresto e la detenzione per droga hanno purtroppo segnato il passo e lasciato cicatrici profonde. Molti brani risentono di questo stato d’animo e solo pochi continuano a cavalcare il filone del “cazzeggio” caro al rocker nostrano.

In Lo Show egli si mette a nudo di fronte al proprio pubblico raccontando i suoi stati d’animo durante un concerto, ma è la critica della società moderna e di un certo modo di fare show-spazzatura il bersaglio preferito di molti brani. Gli Spari Sopra è un adattamento in italiano di Celebrate della band alternativa britannica An Emotional Fish, tanto da curarsi di specificarlo tra parentesi nella tracklist. Pur con un testo stilisticamente abbastanza discutibile, la canzone è una velenosa invettiva contro l’arrivismo e il cinismo di certa gente che ama avere tutto facile e immediato. Il discorso prosegue a ruota con Non Appari Mai, che è uno spaccato della ricerca ossessiva del successo facile che popola il mondo della TV. Tutto diventa ancora più esplicito con Delusa, che è focalizzato invece sul fenomeno televisivo di quegli anni, ovvero la trasmissione NON È LA RAI ed in particolare sulla sua giovanissima (leggasi minorenne) conduttrice Ambra Angiolini e sul suo ideatore Gianni Boncompagni, accusato di approfittarsi delle giovani ragazze partecipanti. Questo brano procurerà non pochi problemi a Vasco Rossi ma inaspettatamente contribuirà in maniera vertiginosa all’ascesa televisiva della Angiolini, alla quale verrà affidata durante una puntata del programma una controreplica con la stessa musica ma un testo leggermente modificato.

Vivere è invece l’inizio del filone dove comincia ad affiorare un certo bisogno di fare un bilancio della propria avventurosa vita. Un testo molto amaro con una struttura musicale relativamente semplice ma con una coda strumentale quasi commovente affidata alla calorosa chitarra del fido Andrea Braido. In questo testo più che in altri Vasco si mette a nudo raccontando uno stato d’animo molto sofferto, enfatizzato da un verso che recita “Vivere anche se sei morto dentro”. …Stupendo continua nella stessa direzione ed è un altro episodio musicale molto accorato ed intenso della durata di oltre 6 minuti e sarà un po’ l’ago della bilancia dell’intero album dato che si trova proprio a metà. Il contrasto giovinezza-maturità è contornato da amarezza e disillusione ed anche l’interpretazione vocale viene resa ad hoc in forma melodrammatica per enfatizzarne il contesto. Anche Gabri, pur parlando totalmente d’altro, risente di questa malinconia. Qui si parla di una ragazza probabilmente molto giovane che viene educata sessualmente dal protagonista, ma guardandola comunque con occhi velati di sentimento. In Ci Credi infine Vasco parla di sé come una persona nuova lontana dagli eccessi del passato, che addirittura ha riscoperto il piacere di andare a letto presto e che vuole fare canzoni per sé stesso e non per obbligo.

Però per fortuna non è tutto un pianto o tutta un’arrabbiatura ed il Vasco caciarone e sfrontato alla fine lo troviamo comunque in Vuoi star ferma, sostenuta da un bel tema hard rock, e in Occhi Blu, con sonorità molto più pop.

Chiudono il cerchio L’uomo che hai di fronte, sostenuta da una bella sezione di tastiere, Walzer di Gomma, ripescata da una vecchia composizione di 10 anni prima ed infine Hai ragione tu con due super ospiti d’eccezione, ovvero Dave Stewart degli Eurythmics che ha co-firmato l’arrangiamento musicale e Pino Daniele alla chitarra solista. Riguardo quest’ultimo, nonostante la stima e l’amicizia che ha sempre legato i due cantautori, questa rimarrà l’unica occasione di collaborazione. Da segnalare inoltre in Delusa ed Occhi Blu la presenza alla chitarra di Stef Burns, turnista statunitense già collaboratore tra gli altri di Alice Cooper, che da qui inaugurerà un lungo e fortunato sodalizio con Vasco.

Inutile dire che questo è il momento della definitiva consacrazione per Vasco Rossi, che però non ha finito ancora di togliersi dei sassolini e lo farà solo due anni dopo con un altro album se possibile ancora più cupo come NESSUN PERICOLO… PER TE. Diciamo però che da lì in poi si comincerà a fare altri tipi di scelte che non renderanno più il giudizio unanime su di lui, ma questa è un’altra storia.

We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners. View more
Cookies settings
Accept
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active

Who we are

Suggested text: Our website address is: https://www.cinemaemusica.com.

Comments

Suggested text: When visitors leave comments on the site we collect the data shown in the comments form, and also the visitor’s IP address and browser user agent string to help spam detection.

An anonymized string created from your email address (also called a hash) may be provided to the Gravatar service to see if you are using it. The Gravatar service privacy policy is available here: https://automattic.com/privacy/. After approval of your comment, your profile picture is visible to the public in the context of your comment.

Media

Suggested text: If you upload images to the website, you should avoid uploading images with embedded location data (EXIF GPS) included. Visitors to the website can download and extract any location data from images on the website.

Cookies

Suggested text: If you leave a comment on our site you may opt-in to saving your name, email address and website in cookies. These are for your convenience so that you do not have to fill in your details again when you leave another comment. These cookies will last for one year.

If you visit our login page, we will set a temporary cookie to determine if your browser accepts cookies. This cookie contains no personal data and is discarded when you close your browser.

When you log in, we will also set up several cookies to save your login information and your screen display choices. Login cookies last for two days, and screen options cookies last for a year. If you select "Remember Me", your login will persist for two weeks. If you log out of your account, the login cookies will be removed.

If you edit or publish an article, an additional cookie will be saved in your browser. This cookie includes no personal data and simply indicates the post ID of the article you just edited. It expires after 1 day.

Embedded content from other websites

Suggested text: Articles on this site may include embedded content (e.g. videos, images, articles, etc.). Embedded content from other websites behaves in the exact same way as if the visitor has visited the other website.

These websites may collect data about you, use cookies, embed additional third-party tracking, and monitor your interaction with that embedded content, including tracking your interaction with the embedded content if you have an account and are logged in to that website.

Who we share your data with

Suggested text: If you request a password reset, your IP address will be included in the reset email.

How long we retain your data

Suggested text: If you leave a comment, the comment and its metadata are retained indefinitely. This is so we can recognize and approve any follow-up comments automatically instead of holding them in a moderation queue.

For users that register on our website (if any), we also store the personal information they provide in their user profile. All users can see, edit, or delete their personal information at any time (except they cannot change their username). Website administrators can also see and edit that information.

What rights you have over your data

Suggested text: If you have an account on this site, or have left comments, you can request to receive an exported file of the personal data we hold about you, including any data you have provided to us. You can also request that we erase any personal data we hold about you. This does not include any data we are obliged to keep for administrative, legal, or security purposes.

Where we send your data

Suggested text: Visitor comments may be checked through an automated spam detection service.

Save settings
Cookies settings