La Pubblica Ottusità (album di Adriano Celentano del 1987)

Il 1987, tra tutti, è sicuramente l’anno di Adriano Celentano. Il suo Fantastico 8 è rimasto negli annali come uno dei grandi capitoli della televisione italiana con i famosi proclami contro la caccia, con il primo flash mob ante litteram in cui si chiedeva per pochi minuti di spegnere il televisore, il Molleggiato era praticamente sulla bocca di tutti. Ma, come un cantante che si rispetti, lo show era anche un grande concentrato di musica vecchia e nuova. Per quanto riguarda quest’ultima, i brani scritti per l’occasione confluirono nel ventinovesimo album intitolato LA PUBBLICA OTTUSITÀ.

Molti brani sono stati appunto svelati durante le puntate dello show televisivo, e per questo risentono parecchio delle tematiche che hanno fatto discutere in quelle settimane. Il primo brano, La Pubblica Ottusità appunto, è un messaggio chiaro e netto di una certa situazione socio-culturale di quel periodo. Ci sono le solite iperboli celentanesche come l’amore universale, la meschinità della gente, la natura deturpata ed un riferimento reiterato alla piaga dell’AIDS, che proprio in quel periodo stava diventando un argomento di rilevanza mondiale. Su questa falsariga si inserisce anche il brano finale La luce del Sole, dove un coro di bambini fa da sfondo a un testo che sembra rievocare una figura simile a quella di Gesù Cristo, probabilmente dove ancora riecheggiano sensazioni fresche dovute al kolossal JOAN LUI di un paio d’anni prima.

Il resto dell’album ha un tocco decisamente più leggero, dove si rimettono in campo tutte le affilate armi del solito Adriano. Dolce Rompi è la storia di un single che rimpiange la sua donna nonostante la libertà riconquistata, Fresco invece è il classico ritratto del playboy sciupafemmine già ostentato in diversi film di genere, È ancora sabato è una malinconica ballata su una coppia che non sa come far passare il sabato sera. Mi attrai è ancora un brano lento con una ambigua dichiarazione d’amore di un uomo che si chiede per quale motivo sia attratto da una donna non bellissima, ed infine C’è qualcosa che non va ha un andamento più magnetico con dei cori trascinanti in cui il soggetto è una donna apparentemente perfetta in tutto ma che ha qualcosa che manca nell’immaginario del suo uomo.

Discorso a parte, infine, merita L’ultimo gigante: utilizzato come brano di chiusura di Fantastico 8, è una surreale storia di un vecchio 78 giri del classico di Bill Haley Rock Around the Clock che, durante una freddissima notte d’inverno, chiede di essere suonato per l’ultima volta su un vecchio giradischi (ed in effetti parte del testo viene rievocata nella stessa canzone). È l’ennesimo tributo di Celentano a quell’epoca del rock’n’roll che ne ha segnato tutta la prima parte di carriera.

Il disco fu un clamoroso successo da oltre un milione di copie. A ciò contribuì anche la lunghissima schiera di parolieri e musicisti che contribuì alla stesura dei brani. Tra questi, sicuramente da citare Giancarlo Bigazzi, Pinuccio Pirazzoli, Gino Santercole, Miki Del Prete, Roberto Soffici e Oscar Prudente.

We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners. View more
Cookies settings
Accept
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active

Who we are

Suggested text: Our website address is: https://www.cinemaemusica.com.

Comments

Suggested text: When visitors leave comments on the site we collect the data shown in the comments form, and also the visitor’s IP address and browser user agent string to help spam detection.

An anonymized string created from your email address (also called a hash) may be provided to the Gravatar service to see if you are using it. The Gravatar service privacy policy is available here: https://automattic.com/privacy/. After approval of your comment, your profile picture is visible to the public in the context of your comment.

Media

Suggested text: If you upload images to the website, you should avoid uploading images with embedded location data (EXIF GPS) included. Visitors to the website can download and extract any location data from images on the website.

Cookies

Suggested text: If you leave a comment on our site you may opt-in to saving your name, email address and website in cookies. These are for your convenience so that you do not have to fill in your details again when you leave another comment. These cookies will last for one year.

If you visit our login page, we will set a temporary cookie to determine if your browser accepts cookies. This cookie contains no personal data and is discarded when you close your browser.

When you log in, we will also set up several cookies to save your login information and your screen display choices. Login cookies last for two days, and screen options cookies last for a year. If you select "Remember Me", your login will persist for two weeks. If you log out of your account, the login cookies will be removed.

If you edit or publish an article, an additional cookie will be saved in your browser. This cookie includes no personal data and simply indicates the post ID of the article you just edited. It expires after 1 day.

Embedded content from other websites

Suggested text: Articles on this site may include embedded content (e.g. videos, images, articles, etc.). Embedded content from other websites behaves in the exact same way as if the visitor has visited the other website.

These websites may collect data about you, use cookies, embed additional third-party tracking, and monitor your interaction with that embedded content, including tracking your interaction with the embedded content if you have an account and are logged in to that website.

Who we share your data with

Suggested text: If you request a password reset, your IP address will be included in the reset email.

How long we retain your data

Suggested text: If you leave a comment, the comment and its metadata are retained indefinitely. This is so we can recognize and approve any follow-up comments automatically instead of holding them in a moderation queue.

For users that register on our website (if any), we also store the personal information they provide in their user profile. All users can see, edit, or delete their personal information at any time (except they cannot change their username). Website administrators can also see and edit that information.

What rights you have over your data

Suggested text: If you have an account on this site, or have left comments, you can request to receive an exported file of the personal data we hold about you, including any data you have provided to us. You can also request that we erase any personal data we hold about you. This does not include any data we are obliged to keep for administrative, legal, or security purposes.

Where we send your data

Suggested text: Visitor comments may be checked through an automated spam detection service.

Save settings
Cookies settings